Giornata Mondiale del Rene 2019 – Approfondimento

L’Insufficienza Renale Cronica: una crescita drammatica

L’Insufficienza Renale Cronica è al sesto posto fra le cause di morte a più rapida crescita
Il numero di persone affette da patologie renali di vario tipo sono, ad oggi, oltre 850 milioni. L’Insufficienza Renale Cronica (IRC), nello specifico, è causa di almeno 2,4 milioni di decessi l’anno. L’Insufficienza Renale Acuta (IRA), una delle principali cause di IRC, colpisce oltre 13 milioni di persone a livello globale.

Le diseguaglianze nella cura delle patologie renali

Le diseguaglianze ed ingiustizie sono tutt’oggi presenti nell’accesso alle cure per le patologie renali.
L’IRA e la IRC dipendono spesso dal quadro sociale in cui le persone nascono, crescono, vivono e lavorano. Altri fattori determinanti sono la povertà, le discriminazioni di genere, la mancanza di istruzione, rischi professionali ed inquinamento ambientale. L’85% dei casi di IRA si riscontrano nei Paesi a basso e medio reddito, tant’è che tale patologia si puo’ spesso prevenire con semplici misure educative impartite alle comunità locali, oltre che mediante una adeguata preparazione sanitaria locale, in grado di riconoscere i primi segnali di tale patologia. Non tutte le malattie renali, tuttavia, si possono prevenire o curare brevemente: alcuni pazienti richiedono trattamenti di lungo periodo con medicinali specifici, dialisi e a volte anche di trapianto. Questi trattamenti possono talvolta risultare inaccessibili: in vari Paesi dell’OSCE, dove il costo della dialisi ricade interamente sul paziente, tale prassi diventa insostenibile dal punto di vista economico. Il trapianto risulta spesso l’opzione più conveniente in termini di costi-benefici, tuttavia la scarsa presenza di equipe mediche specializzate in tale ambito oltre che di infrastrutture, rende questa pratica difficile da esercitare. A tutto cio’ si aggiunge anche una inadeguata strategia sullo screening, sulla prevenzione e sul trattamento delle patologie renali, oltre che di specifiche politiche pubbliche a riguardo. Questa mancanza è presente anche in Paesi dove esistono strategie ben consolidate su altre patologie non trasmissibili, eppure più della metà di questi Paesi non ha linee guida nazionali sulla gestione della malattia renale crononica, ne’ in relazione ad altre patologie non trasmissibili ne’ come patologia a sè stante. Per i motivi sopracitati, crediamo che sia indispensabile sensibilizzare pazienti, medici e policy-makers sull’importanza di intervenire con misure adeguate sulle patologie renali.

L’obiettivo della Giornata Mondiale del Rene

Quest’anno, la Giornata Mondiale del Rene intende sensibilizzare l’opinione pubblica sulla crescente incidenza delle patologie renali e sulla necessità di implementare specifiche misure e strategie di prevenzione. “Salute Renale per Tutti ed Ovunque” richiede che la prevenzione e il trattamento precoce delle patologie renali vengano incluse nella Copertura Sanitaria Universale (CSU). L’obiettivo principale della CSU è quello di promuovere la salute pubblica provvedendo un accesso universale, sostenibile ed equo a cure mediche basilari ma di alta qualità, proteggendo gli individui dall’impoverimento e rendendo equo l’accesso alla salute a tutte le categorie sociali. Unisciti a noi!

La Giornata Mondiale del Rene richiede

  1. che gli individui vengano incoraggiati ad intraprendere uno stile di vita sano (garantendo l’accesso ad acqua potabile, motivando gli individui all’attività fisica e a perseguire la lotta contro il tabagismo). Questi suggerimenti sono importanti sia per prevenire la nascita di malattie renali sia per rallentarne il decorso.
  2. che vengano effettuati screening di base regolarmente , dando accesso a strumenti diagnostici essenziali (analisi delle urine, analisi del sangue, ecc); effettuare lo screening ad individui ad alto rischio di sviluppo di malattie renali è di fondamentale imprtanza per prevenire lo sviluppo di insufficienza renale o di altre patologie renali croniche.
  3. che venga garantito ai malati di patologie renali l’accesso a servizi sanitari basilari (controllo della pressione sanguigna, del colesterolo e accesso a medicinali di base) in modo da rallentare lo sviluppo della malattia per chi è in difficoltà economiche.
  4. che vengano implementate politiche pubbliche trasparenti che garantiscano un accesso equo e sostenibile alle cure avanzate per le patologie renali (dialisi e trapianto), fornendo un supporto economico ai pazienti. E’ fondamentale ridurre le barriere socio-economiche ed aumentare l’accesso completo ed integrato alle cure per i pazienti di patologie renali.
Please follow and like us: